PER AMORE DELL'AVVENTURA E DEGLI OCEANI

Mentre il mondo guarda alle stelle, un altro universo ci chiama a sé: quello delle scintillanti profondità marine. Siamo affascinati da ciò che si trova al di sotto della superficie dell'oceano. Non vediamo l'ora di lasciarci sedurre da avventure cinematografiche sottomarine, conquistati da programmi televisivi e documentari, rapiti da articoli sulle riviste.

Un emozionante nuovo mondo subacqueo di sport e avventura è stato reso accessibile dall'invenzione del regolatore del respiro subacqueo Aqua Lung durante la Seconda guerra mondiale. In quel periodo, Urs Eschle era responsabile dello Sviluppo del prodotto di DOXA. Il suo obiettivo era far sì che i sub potessero godere dell'orologeria di precisione. Urs fu colto dalla stessa scintilla creativa che il fondatore di DOXA Georges Ducommun aveva conosciuto mezzo secolo prima, quando aveva progettato il celebre "Calibro Doxa 8-giorni" per il settore automobilistico.

UN NUOVO SPORT, L'IMMERSIONE, AVEVA BISOGNO DELL'OROLOGIO GIUSTO.

Un orologio affidabile e resistente è uno strumento essenziale sott'acqua. A quei tempi, sebbene gli orologi subacquei esistessero da circa dieci anni, sembravano per lo più strumenti militari o professionali. Non solo: erano anche cari. Urs intercettò la necessità di creare un orologio economico, affidabile e funzionale, pensato per la comunità crescente degli esploratori subacquei. Fondò un team che includeva sub professionisti come la leggenda Claude Wesly e l'inventore dell'Aqua Lung, Jacques-Yves Cousteau.

NACQUE COSÌ IL PROGETTO SUB. ERA IL 1964.

Un orologio affidabile e resistente è uno strumento essenziale sott'acqua. A quei tempi, sebbene gli orologi subacquei esistessero da circa dieci anni, sembravano per lo più strumenti militari o professionali. Non solo: erano anche cari. Urs intercettò la necessità di creare un orologio economico, affidabile e funzionale, pensato per la comunità crescente degli esploratori subacquei. Fondò un team che includeva sub professionisti come la leggenda Claude Wesly e l'inventore dell'Aqua Lung, Jacques-Yves Cousteau. NACQUE COSÌ IL PROGETTO SUB. ERA IL 1964. Un team con un obiettivo La sicurezza di un sub dipende dal suo orologio. Per questo Urs voleva progettare un orologio che non fosse solo bello, economico e impermeabile. Fu con questo spirito che nel 1964 nacque il progetto SUB. La sua ricerca fu facilitata dal fatto che uno dei membri del team, Claude Wesly, era stato uno dei primi due "acquanauti" delle pionieristiche missioni subacquee "Précontinent I, II e III", che studiavano la vita nell'habitat sottomarino. Nel cuore di un vero orologio da sub Sarebbe stato facile limitarsi a ritoccare le tipiche caratteristiche degli orologi da sub: un quadrante nero, indici ben evidenti, lancette spesse luminose, una lunetta girevole e un cinturino resistente. Ma DOXA non sceglie mai la strada più semplice. Ed è così che ogni singola caratteristica dei veri orologi da sub fu esplorata, esaminata e ripensata fino a trovare la soluzione ottimale. Dimensioni e sostanza Il primo modello SUB era più grande degli altri orologi subacquei allora disponibili sul mercato. Il diametro da 45 mm consentiva una migliore gestione sott'acqua e offriva un quadrante più ampio e facilmente leggibile. La cassa era realizzata da un singolo blocco di acciaio inossidabile, che garantiva una tenuta stagna assoluta testata sino a 300 metri di profondità (1000 piedi). Queste diventarono le caratteristiche iconiche del DOXA SUB 300. Arancione al quadrante Il team si pose una semplice domanda: "Ha senso scegliere un quadrante nero?" Per risolvere questo dubbio, gli ingegneri del team studiarono la fisica della luce subacquea. Alcuni sub si immersero a varie profondità nel vicino Lago Neuchatel, testando praticamente ogni colore dell'arcobaleno. Dopo innumerevoli immersioni, tra la gamma scelta dalla maggior parte dei sub emerse con decisione un vincitore: l'arancione acceso. Questo colore divenne subito un elemento iconico; è difficile non notare il quadrante arancione di un DOXA SUB, sopra e sotto l'acqua. Una lunetta intelligente e più sicura Per immergersi in sicurezza, è essenziale sapere esattamente quanto si può stare sott'acqua senza fare una tappa di decompressione prima di riemergere. Altri team si erano fermati alla lunetta unidirezionale, ma DOXA fece un passo in più: incorporò la tabella dei tempi limite di non decompressione della U.S. Navy, lo standard di riferimento per la sicurezza subacquea. La lunetta brevettata del SUB ha due scale separate per calcolare e monitorare i tempi di immersione in modo affidabile: l'arancione per l'anello esterno di "profondità" e il nero per l'anello interno dei "minuti". Durante le immersioni, le ore sono secondarie I professionisti del Progetto SUB preferirono la bellezza della funzionalità alla simmetria. Sapevano che durante le immersioni i sub avevano bisogno di calcolare il tempo in minuti e secondi; inoltre, avevano bisogno di quelle informazioni subito, senza distrazioni. Dopo averci riflettuto un po', il team del Progetto SUB giunse alla conclusione che la lancetta delle ore occupava troppo spazio prezioso sul quadrante degli orologi subacquei. Era più sensato avere una lancetta dei minuti più grande con una lancetta dei secondi ben visibile, in modo che bastasse girare il polso per vedere l'ora, senza scomodare il gomito. All'insegna di comfort e praticità Nell'ottica di dare la precedenza alle esigenze dei sub, gli ingegneri di DOXA idearono un'altra novità per garantire la massima semplicità d'uso. Pur preservando l'eleganza del bracciale in metallo, aggiunsero un'innovativa fibbia flessibile, che permetteva di indossare il bracciale del SUB intorno alla manica della muta senza dover modificare l'orologio o aggiungere maglie prima di immergersi. Il bracciale includeva anche un esclusivo meccanismo a cricchetto integrato nella fibbia, che consentiva di regolare l'orologio senza dover aggiungere o togliere delle maglie.
BASELWORLD 1967. IL SUB VIENE PRESENTATO AL PUBBLICO. Il DOXA SUB 300T debuttò in grande alla fiera Baselworld nel 1967. Il primo orologio subacqueo sportivo mirato e professionale al 100% fu presentato dopo tre anni di intense ricerche e sviluppi. Le innovazioni radicali del DOXA SUB 300T lo resero presto uno punto di riferimento del settore. L'orologio SUB 300T doveva il suo nome alla sua impermeabilità sino a 300 metri e al fatto che il materiale luminoso presente su lancette e quadrante era derivato dal titanio. Il rapporto con Cousteau Oltre ad essere il co-inventore di Aqua Lung, ai suoi tempi Jacques-Yves Cousteau era una leggenda del diving. L'idea alla base del DOXA SUB gli piacque così tanto da fare in modo che la sua compagnia US Divers ne diventasse il distributore ufficiale. Il quadrante arancione è diventato immancabile sui polsi dei sub "Calypso" a partire dal 1968, accompagnando milioni di telespettatori in missioni settimanali per esplorare "Il mondo sottomarino di Jacques Cousteau", il mitico documentario andato in onda con il titolo inglese di "The Undersea World of Jacques Cousteau". Il SUB, perfezionato: il Conquistador. Nel 1968, Urs e il suo team conquistarono un nuovo record grazie a una collaborazione: Il SUB 300T Conquistador fu il primo orologio da immersione a includere una valvola dell'elio (HRV). Quando usano una camera di decompressione, i sub inalano una miscela di aria, elio e idrogeno. In precedenza, le molecole di elio presenti nella miscela di decompressione penetravano nei sigilli della cassa dell'orologio e l'improvviso differenziale di pressione causava l'esplosione del cristallo. La HRV permetteva all'elio di fuoriuscire, impedendo al contempo all'aria di entrare. Il Conquistador è uno degli orologi da immersione vintage più desiderati di sempre. Superare la prova del tempo Il DOXA SUB rappresenta e ha rappresentato il punto di riferimento per gli orologi da immersione per generazioni e generazioni di sub e avventurieri in tutto il mondo. Gli orologi hanno ampiamente contribuito a migliorare la sicurezza dei sub sportivi e professionisti grazie alle innovazioni tecniche introdotte da DOXA. In linea con lo spirito di avventura delle origini, DOXA è l'orgoglioso sponsor di Mission 31, un progetto intrapreso nel 2014 da Fabien Cousteau, nipote di Jacques-Yves. “Aquarius” è l'unico laboratorio sottomarino al mondo, situato nel Florida Keys National Marine Sanctuary. Il laboratorio ha stabilito un record di immersione esplorativa nell'oceano di 31 giorni consecutivi. Al team è stata dedicata una collezione in edizione limitata di 331 orologi esclusivi, impreziositi dal famoso quadrante arancione. DOXA SUB. LA LEGGENDA VIVE. L'AVVENTURA CONTINUA.